condivisione

Le immagini qui contenute sono frutto del mio lavoro. Se volete condividerle o per uso privato, usatele liberamente; per la pubblicazione, invece, scrivetemi. Grazie della correttezza!

Sharing one's own creations on the web assumes fair play on the other side. If you wish to use the images for private use, feel free to do so; for publication, please contact the author! Thank you!

sabato 6 ottobre 2018

Lo sketchbook della Nuova Zelanda, dopo 5 anni in mostra a Cuneo

Il 20-21 farò una breve visita a Cuneo , per accompagnare il mio taccuino della -Nuova Zelanda- un viaggio fatto nel '12, con mio marito Fabio,in occasione dei nostri 50 anni.
Abbiamo percorso l'Isola del Nord e parte di quella del Sud, appuntando incontri, visite, stupore, amarezza (da ambientalista),ed esperienze bellissime.
Qui sotto un estratto dalla rassegna stampa.
Condivido qui la sequenza del taccuino quasi al completo, uno scrigno (Te papa) di emozioni e ricordi.














"CuneoVualà è promossa e organizzata dalla Fondazione Peano con l’ideazione e la curatela di Ivana Mulatero. La rassegna, in collaborazione con l’Associazione Autori Diari di Viaggio di Ferrara e il Primo Liceo Artistico di Torino, presenta la continuità di un percorso di studio per una storia aggiornata del taccuino di viaggio disegnato in Italia attraverso l’approfondimento di alcune esemplari figure di viaggiatori/disegnatori, come è stato per l’edizione 2017 con la personale dedicata a Stefano Faravelli.
CuneoVualà presenta, inoltre, i taccuini realizzati dagli autori dei carnet invitati a realizzare e a esporre diari di viaggio, reali e immaginari, per un omaggio sull’importanza di comunicare l’incontro con paesaggi e personaggi remoti. Ci saranno, tra gli altri, Andrea Varca, Liuba Gabriele, Concetta Flore, Catia Sardella, Fausto Tormen, Walter Tesio, Antonella Stillone, MariaFrancesca Starrabba, Paolo Bernacca, Marco Rossignoli, Elena e Claudio Monaco, AnnaMaria Gianguzzo, Roberto, Roberta e Silvia Cariani, Elena Arrò, Bruno Pinoli,  Luca Marini, Valerie Aboulker, Donatella Peli."

venerdì 14 settembre 2018

Riprende il corso "La natura a Roma attraverso il disegno"

Dal 3 ottobre riprendiamo, il mercoledì pomeriggio a conoscere e ritrarre le tante specie che abitano nell'Urbe, fino al mare.
La sede è la Casa del Parco di Romanatura, a Roma, in Via del Casaletto 400 (Monteverde): nel Parco della Valle dei Casali,  con panorama su campi e oliveti.
Mercoledì 26 settembre, lezione di prova gratuita.
Per informazioni conciflore@gmail.com
Si ringrazia l'Ente Romanatura per il patrocinio.
A presto!

-->

Roma è ricca di biodiversità, perché tra il mare, i fiumi e la morfologia collinare, la buona quantità di verde al suo interno, le aree verdi incolte e i ruderi, convivono di tante specie diversissime tra loro.
Spesso esse sfuggono a un'osservazione attenta: è proprio tramite il disegno che i nostri sguardi si fanno attenti e percepiscono dettagli sorprendenti.
La natura è uno scrigno inesauribile di meraviglie, e non occorre allontanarsi da casa per rendersene conto. Durante l'anno avremo la possibilità di dedicarci al tema degli alberi di Roma, particolarmente le specie adoperate per le alberature stradali.
Tra le specie di flora e fauna in esame, anche gli "immigrati" recenti, ormai residenti a tutti gli effetti; perché ignorarli?
Anche le "erbacce", spesso utili piante officinali o alimentari, e insetti considerati con antipatia ci daranno motivo di ricrederci, scoprendone l’elegante bellezza o le strategie di sopravvivenza.
Per la vegetazione ci faremo guidare dalle stagioni, dai colori, e si lavorerà quasi sempre dal vero.
La docente, Concetta Flore, illustratrice e pittrice naturalista, prepara attentamente schede descrittive e scientificamente corrette delle specie e della loro biologia. Dopo l'introduzione naturalistica, si passa al disegno e all'acquerello.

SEDE E ORARI
il mercoledì dalle 17,00 alle 20,00.
Durata: dal 3 ottobre 2017 al 22 maggio 2018 (29 lezioni + prova gratuita).
La lezione di prova del 26/9 è gratuita.

COSTO per 7 mesi di corso: 350 €.

L’iscrizione è di 50 €, da versare all’inizio, e non è rimborsabile.
Seguono 3 rate bimestrali (gennaio-marzo-maggio) di 100 € per un totale di 350 €
Per studenti e coppie si pratica uno sconto rispettivamente del 50% e del 20%.

CALENDARIO:

MESE
mercoledi
mercoledi
mercoledi
mercoledi
mercoledi
OTTOBRE
3
10
17
24
31
NOVEMBRE
----
-----
-----
21
28
DICEMBRE
5
12
19
-------
-------
GENNAIO
-----
9
16
23
30
FEBBRAIO
6
13
20
27

MARZO
6
13
20
27

APRILE
3
10
17
24

MAGGIO
-----
8
15
22


MATERIALI
Per iniziare è sufficiente portare 1 matita HB o F, una 2H, temperino, gomma morbida e carta F4 ruvida.
Per la lezione di prova, i materiali sono forniti dalla docente.

Per l’acquerello:
pennelli punta tonda n. 3 o 4(piccolo), e 8 o 9 (più grande), e uno sintetico a punta squadrata n.11 o 12 (circa 1 cm. Di larghezza); attenzione, i calibri cambiano molto da marca a marca!
Consigliata marca Da Vinci (manico chiaro o verde, non rosso), Renesance, Daler Aquafine o Cotman- oppure di martora Da Vinci (più cari ma migliori).

Colori: Scatola di acquerelli (consigliate piccole confezioni da 12 pasticche), Cotman- ha un buon rapporto qualità/prezzo; comprare anche una pasticca (godet) indaco o grigio di Paynes per sostituire il bianco della confezione. 

Una tavolozza bianca.

Carta da acquerello:
Blocco per acquerello consigliato: grana fine o media, 300 gr, 100% cotone di dimensioni contenute (18x24 o 23x30); Fabriano Artistico ;The Langton; Magnani Italia (solo quella); Fontenay; Hahnemülle.
In alternativa : acquistare la Fabriano artistico 300gr. dalla docente (a prezzo contenuto) a fogli tagliati a misura, portando una tavoletta un po' più grande e del nastro adesivo da carrozzieri per il fissaggio.
Cartellina per riporre i lavori.
Tutto il materiale può costare 45€ circa.

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI
333 8553643

Per saperne di più sulla docente:
https://concettaflore.blogspot.com
Wikipedia Concetta Flore

Per  versare l’acconto:
IBAN IT09L0306903206100000800248
Intestato a Concetta Flore
Causale: anticipo corso Casaletto







sabato 25 agosto 2018

Rondini sul lago


A giugno, mi trovavo sulla riva del Lago di Bracciano, provato dalla lunga siccità del 2017. L'acqua si è abbassata tanto da esporre metri di sponde sabbiose, dove si sta insediando la tifa, una slanciata ed elegante pianta palustre.
Le rondini, approfittando delle tracce dei carrelli di barche a vela  che avevano inciso la nera sabbia vulcanica, si nutrivano a terra , estraendo con vigore i vermi. Per far ciò, tutto il corpicino prendeva parte allo sforzo, ali incluse.Era uno spettacolo molto interessante.
Mi sono seduta all'ombra di una barca, in mezzo al loro frenetico andirivieni, e ho fatto qualche schizzo.
L'immagine mi è rimasta in mente e ho desiderato lavorarci, per trasformare quel momento casuale in un atto estetico.
La ricerca del posizionamento di tutti gli elementi è stato il primo passo. 
Il contrasto tra la geometria dello sfondo (linee diagonali, verticali, a creare una quinta) e il movimento degli uccelli vicini e lontani, cercando di creare un percorso visivo come una coreografia, è stato il primo passo.
studi di sfondi

bozzetto grezzo per capire i valori tonali
il riporto da lucido con carta carbone
Una cornacchia grigia che partecipava a latere della scena è entrata nella composizione, per mettere in scala i volatili. Anche un macaone sfarfallato da poco e visto volare nel suo bel colore giallo, sulla sabbia scura, ha voluto il suo spazio.

Il materiale mi è venuto incontro dal corniciaio. Io amo lavorare sul cartoncino colorato a tecnica coprente, e quel cartone azzurrino era il tono medio perfetto per mettere insieme la luce velata e lo scuro delle rondini. Credo nella serendipity. Ho comprato il cartone, che tra poco tornerà li per essere incorniciato.
una fase intermedia della lavorazione
E poi, i colori. Stavolta mi sono imposta una palette limitata: bianco, giallo limone, terra naturale, blu oltremare. Ho usato un pochino di vermiglione per le gole delle rondini e per velare il fondo. E poi, per realizzare il lavoro senza renderlo piatto ma per farlo vibrare, ho usato un pennello piccolo per il cielo e l'acqua riflessa, le colline e l'albero, imprimendo un effetto "impressionista".
dettaglio del cielo

dettaglio dell'acqua
Dimenticavo: il lavoro potrà essere visto in occasione della Mostra Aipan che inaugura l'8 settembre al Centro Visite del Padule di Fucecchio (Larciano, PT) nell'ambito dell'evento "Omaggio alla Natura".
Vi aspetto!


lunedì 30 luglio 2018

Omaggio alla Natura- Evento Aipan a settembre!

https://aipan-aipan.blogspot.com/2018/07/omaggio-alla-natura-8-2392018.html

Come avevo anticipato, a questo link trovate tutte le informazioni di questo evento, un'immersione nella natura e nell'arte, dove provare a cimentarsi con il disegno dal vero, l'acquerello botanico, fabbricarsi i propri colori naturali, seguire presentazioni di libri naturalistici e botanici,ascoltare gli artisti che si raccontano, vedere documentari e naturalmente visitare la mostra annuale dei Soci Aipan, dedicata alle "Zone umide italiane".
Vi aspettiamo numerosi, per iscriversi seguite le istruzioni nel programma.

giovedì 5 luglio 2018

Nuovo evento Aipan in preparazione...

Omaggio alla Natura- i pittori dell'Aipan per il Padule di Fucecchio
è la prossima iniziativa che, come Presidente del Consiglio direttivo e insieme a Maria Elena Ferrari Vicepresidente, e Alessandro Sacchetti Consigliere, stiamo organizzando per l'8-9 settembre fino al termine della mostra.
Il programma è in via di definizione.
Un omaggio alle zone umide italiane, meta di tante specie in migrazione e casa di altrettante specie minori e di una flora caratteristica.
Una mostra, ma anche tanti eventi correlati.
Seguiteci su aipan-aipan.blogspot.it e su FB aipan arte naturalistica!